Cammino, per il Congresso Nazionale Forense (Catania, 4-6 ottobre 2018), propone 4 mozioni

Condividi su facebook Tweet Condividi via email

La prima mozione, cui ha aderito anche l’ONDIF – Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia, riguarda il contrasto alla violenza domestica e di genere e propone, per le azioni risarcitorie, l’esonero dal contributo unificato e il patrocinio a carico dello Stato, nonché un termine più ampio per accedere al fondo di garanzia. Leggi qui la mozione sulla violenza domestica e di genere.

Le altre tre mozioni vengono proposte congiuntamente con l’ONDIF e riguardano:

2. Negoziazione assistita: viene proposto ampliamento a famiglie di fatto; regolamentazione e posizione dei figli; patrocinio a carico dello Stato – leggi qui la mozione sulla negoziazione assistita.

3. Riforma giudice e processo: viene proposto giudice unico specializzato con concentrazione delle competenze civili e penali minorili; processo unico per procedimenti dell’area persona, relazioni familiari, minorenni – leggi qui la mozione sulla riforma giudice e processo.

4. Affidamento condiviso: viene proposto l’obbligo di motivazione per la disciplina dell’affidamento in relazione alle esigenze di ogni persona di età minore e caso concreto – leggi qui la mozione sull’affidamento condiviso.

Le mozioni sono quindi alla firma dei delegati e al vaglio di ammissibilità della Commissione.